PIN INPS: cos’è e come richiederlo

0
44

Il PIN INPS è una password fondamentale per chiunque viva in Italia, o almeno per tutti coloro che non sono in possesso di uno SPID o di una qualche altra tipologia di credenziale. Se si cerca di accedere al sito dell’INPS per ottenere informazioni sulla propria situazione contributiva è necessario avere a disposizione il PIN.

Cos’è il PIN INPS

Non è altro che la password che il sito dell’Istituto Nazionale per la Previdenza Sociale ci chiede se vogliamo accedere ai servizi per il cittadino. Di fatto si può accedere anche con Carta Nazionale dei Servizi o con Carta di Identità Elettronica, ma in questi casi il terminale deve essere munito di lettore per carte elettroniche. Oppure si può effettuare l’accesso con la SPID, che però non tutti gli italiani possiedono.

Chi desidera accedere al sito subito dopo averlo aperto, dovrà avere un PIN, costituito da 16 caratteri, da utilizzare per la prima volta. Questo codice identificativo ha una scadenza, quindi è necessario richiederne uno nuovo ogni 6 mesi. Gli intermediari che hanno accesso al sito dell’INPS, ad esempio i CAAF, hanno un PIN che scade ogni 3 mesi.

INPS

Come e dove richiedere il PIN INPS

Non appena si cerca di accedere ai servizi al cittadino offerti dal sito dell’INPS viene subito richiesto il PIN, ordinario o dispositivo. Il primo si richiede direttamente online, cliccando sull’apposita stringa di testo posta in basso, nella casella di accesso. La dicitura dichiara “Richiedi e gestisci il tuo PIN”. Dopo aver cliccato e indicato i propri dati si ottengono le prime 8 cifre del PIN via SMS, PEC o email. Le altre 8 cifre sono invece inviate via posta ordinaria. Quando si effettua il primo accesso, utilizzando il PIN da 16 caratteri il sito indica all’utente il PIN ordinario definitivo da 8 caratteri.

Si comprende quindi che se si cerca di accedere al sito dell’INPS e non si possiede il PIN, sarà necessario attendere del tempo per poterlo fare.

L’INPS consente di ottenere il PIN anche tramite telefono, al contact center che risponde al numero 803 164 (gratuito da rete fissa) oppure 06 164 164 da rete mobile. In entrambi questi casi si ottiene un PIN ordinario; andando di persona presso una sede INPS si può richiedere istantaneamente la creazione di un PIN dispositivo.

PIN INPS

PIN ordinario, PIN dispositivo

Il sito dell’INPS consente di effettuare una serie di operazioni e richieste. Il contribuente può infatti semplicemente consultare la propria situazione contributiva, o anche i dati che riguardano la pensione. Chi invece necessita di effettuare delle richieste, ad esempio modificare dei dati o segnalare le dimissioni dalla propria posizione lavorativa, deve essere in possesso di un PIN dispositivo, differente dal precedente.

In questo caso il contribuente dovrà inviare una fotocopia di un documento di identità: in forma cartacea via FAX, oppure in forma digitale direttamente online. Nel momento in cui si intende accedere a uno dei servizi forniti dall’INPS il sito mette a disposizione i link per ottenere il PIN dispositivo.

Come abbiamo già detto, se invece di effettuare la richiesta online, si decide di recarsi di persona presso lo sportello dell’INPS più vicino, si ottiene sin da subito un PIN dispositivo.

Può capitare di essere in possesso del solo PIN INPS ordinario e di dover richiedere delle prestazioni online entro uno specifico termine temporale. In questi casi specifici effettuare la richiesta con il solo PIN ordinario permette di rientrare entro i termini; tale richiesta sarà però elaborata solo dopo che il contribuente avrà inserito anche il PIN dispositivo.

Cosa si può fare sul sito dell’INPS

Sul sito dell’INPS è possibile accedere all’area MyINPS, che consente alla maggior parte dei contribuenti di verificare le informazioni che riguardano i contributi pensionistici. Ci sono molte altre attività che si possono effettuare sul sito, essere in possesso di un PIN dispositivo è quindi abbastanza importante.

Il sito comprende infatti tutte le informazioni e i servizi riguardanti il trattamento pensionistico, gli assegni di invalidità, l’eventuale possibilità di ottenere sostegni al reddito. Si possono utilizzare anche degli strumenti di ricerca, che consentono di verificare tutte le opzioni possibili e disponibili. Inoltre proprio su questo sito molti lavoratori sono tenuti a dichiarare le eventuali dimissioni dal posto di lavoro, utilizzando un apposito form.

Nel caso in cui ci si trovi in un periodo di assenza dal lavoro per malattia o maternità, è possibile per il lavoratore indicare tale stato direttamente sul sito dell’INPS. Sono reperibili anche dati riguardanti la fiscalità applicata al proprio trattamento mensile.
Per i pensionati INPS il sito offre anche i cedolini di ogni singolo mese, attraverso cui è possibile controllare le somme ricevute, la percezione di eventuali assegni familiari e così via.

Su questo sito sono disponibili anche tutti i moduli da compilare per fare qualsiasi tipologia di richiesta all’INPS. Si pensi ad esempio alle diverse opportunità di prestito o di mutuo offerte ai pensionati e ai lavoratori ex INPDAP, che oggi sono gestiti direttamente dall’INPS.