Le ristrutturazioni trainano i prestiti

0
33

È la ristrutturazione della propria casa il principale motivo che porta sempre più italiani a chiedere un prestito. È quanto emerge dalle recenti rilevazioni dell’osservatorio di Prestitionline.it, che ha tracciato l’andamento del comparto tra marzo e agosto 2018.

Ristrutturazione casa, traino per la domanda di prestiti.

Perché chiedere un prestito? Per ristrutturare casa, sembra essere la risposta più frequente in Italia. Il 20,87 per cento delle domande di prestito presentate dagli italiani on line, attraverso il portale di riferimento Prestitionline.it, tra marzo e agosto 2018, infatti, aveva proprio questa finalità. A mettere in luce questa tendenza sono le recenti rilevazioni effettuate dall’Osservatorio del portale specializzato, che tracciano il quadro della domanda di finanziamenti nel Paese, partendo proprio dall’analisi delle domande presentate attraverso la piattaforma. A poca distanza, però, c’è la quota di prestiti richiesti per liquidità, che attesta su una quota complessiva pari al 20,21 per cento. Medaglia di bronzo, con il 18,14 per cento, per le richieste finalizzate all’acquisto di un’auto usata.

La ripresa del mercato immobiliare traina le ristrutturazioni

Dopo un lungo periodo di difficoltà finanziarie, il settore immobiliare inizia a presentare qualche schiarita, con la complicità dei tassi dei mutui ai minimi. Una conseguenza diretta di questa ritrovata vitalità, seppure minima, è una maggiore attenzione al tema della ristrutturazione, che si traduce spesso nella richiesta di finanziamenti ad hoc. Tutti i segreti per una ristrutturazione perfetta sono a portata di click: www.rifarecasa.com è il portale perfetto per chi si appresta a iniziare lavori di ristrutturazione e vuole saperne di più.

L’analisi territoriale della domanda

A presentare domanda per un prestito finalizzato alla ristrutturazione di casa sono soprattutto i cittadini delle regioni settentrionali. L’Osservatorio, infatti, si sofferma sullo studio territoriale, sia per macroregioni che per singola provincia. Ne risulta che il 42 per cento delle domande per questa tipologia di prestito è riconducibile alle regioni Settentrionali, mentre Centro Italia e la macroregione Sud e Isole sono caratterizzate entrambe da un 29 per cento dell’incidenza sulla domanda complessiva. Ma quale provincia vince la palma d’oro per il numero più elevato di domande di prestito con finalità ristrutturazione? Ogliastra, è qui che si richiedono più finanziamenti di questo tipo (40,82 per cento delle domande).

La sorpresa delle province

L’analisi provinciale sovverte del tutto il risultato delle macroregioni. Alle spalle di Ogliastra, infatti, c’è ancora tanto Sud. Seconda provincia per numero di domande di prestiti per finanziamenti è Crotone (35,15 per cento), seguita da Cosenza (34,64 per cento), Catanzaro (33,95 per cento), Catania (33,15 per cento) e Caltanissetta (31,91 per cento).

Quanto si richiede?

L’Osservatorio si sofferma, poi, sull’importo richiesto per la ristrutturazione della casa. Il 27,55 per cento delle domande ha un importo compreso tra i 15 mila e i 25 mila euro, il 25,38 per cento tra 5 mila e 10 mila. Terzo posto per i prestiti tra 10 e 15 mila euro, rappresentano il 19,81 per cento della domanda. In coda i prestiti tra i 2.500 e i 5 mila euro (9,63 per cento) e quelli con importi inferiori ai 2.500 euro (1,06 per cento). La durata del prestito in media è di 120 mesi, 60 mesi in più rispetto alla durata media della richiesta di prestiti per altre finalità. In media, chi richiede questa tipologia di prestito ha 44 anni, due in più alla media di coloro che richiedono prestiti con altre finalità.

 

 

(Visited 7 times, 1 visits today)