Mini prestito Postepay: da Bancoposta con Postepay Evolution

Il Mini Prestito Postepay è un particolare finanziamento che viene collegato alla propria carta Postepay Evolution. Un tempo era chiamato SpecialCash ed era disponibile anche per i clienti con una comune Postepay; Poste Italiane ha nel tempo ridotto la platea di richiedenti ai soli possessori di una carta Postepay Evolution. Questo prestito è richiedibile presso gli uffici postali, si tratta di una bella riserva di liquidità che può essere attivata senza motivazioni di spesa. Vediamo come funziona

Caratteristiche del Mini Prestito Postepay

Il Mini Prestito Postepay è un finanziamento che può essere utilizzato per ricaricare la propria carta Postepay Evolution. Dunque può essere utilizzato per effettuare acquisti in completa libertà, scegliendo tra tre piani di ricarica disponibili. Il finanziamento è dunque disponibile a condizioni standardizzate facilmente comprensibili e gestibili. Permette al cliente dell’istituto postale di entrare in possesso, in maniera semplice e trasparente, della liquidità utile per poter esaudire le spese personali e familiari.

Tre sono gli attuali piani di ricarica disponibili:

  • 1.000 euro 
  • 2.000 euro 
  • 3.000 euro 

Il rimborso è previsto in un periodo di ammortamento massimo di 22 mesi. L’ammontare delle rate si calcola abbastanza rapidamente, considerando il TAEG disponibile al momento della richiesta del conto. Il TAN e il TAEG sono variati da Poste Italiane con grande flessibilità, a seconda della situazione economica del momento. Per questo motivo non è possibile indicare un tasso di interesse medio richiesto dall’istituto per questo genere di prestito.

L’erogazione del Mini Prestito Postepay avverrà attraverso accredito su carta Postepay Evolution. Il rimborso avverrà invece attraverso addebito su conto corrente BancoPosta o con la propria Postepay Evolution.

mini prestito postepay

Come richiedere il Prestito Postepay

Il mini prestito Postepay è facilmente richiedibile in qualsiasi ufficio postale, da parte dei titolari di carta Postepay Evolution, con età anagrafica compresa tra un minimo di 18 anni e un massimo di 76 anni al momento della richiesta.

L’iter di domanda è molto semplice: una volta recatisi negli uffici postali abilitati, sarà infatti sufficiente compilare un modulo allo sportello, e presentare la documentazione richiesta dalle Poste:

  • Documento d’identità
  • Tessera Sanitaria
  • Documento attestante il reddito

Per i cittadini stranieri sono inoltre richiesti:

  • Passaporto in aggiunta a qualsiasi altro documento di identità presentato
  • Carta di soggiorno o Permesso di soggiorno in corso di validità
  • Documento attestante che si è residenti in Italia da almeno 12 mesi (se lavoratore
    dipendente) o da almeno 36 mesi (se lavoratore autonomo)
  • Documentazione attestante che si lavora da almeno 12 mesi continuativi presso lo stesso datore di lavoro

Si tenga tuttavia conto che, a seconda delle specifiche caratteristiche del soggetto che richiede l’accesso al prestito Postepay, potrebbero essere richiesti documenti aggiuntivi rispetto a quelli che abbiamo appena riassunto.

Come è erogato (e rimborsato) il prestito Postepay

Il Mini prestito Postepay, come abbiamo recentemente avuto modo di esaminare, può permettere agli utenti postali di ottenere fino a 3.000 accreditati direttamente sulla propria carta.

Il rimborso potrà invece avvenire in tre diverse modalità, fermo restando che la periodicità dei pagamenti rimarrà pur sempre mensile. Le modalità alternative sono:

  1. Pagamento di rate di importo fisso addebitate direttamente sul proprio conto BancoPosta;
  2. In alternativa, pagamento di rate di importo fisso addebitate direttamente sulla propria carta Postepay Evolution.

Conviene il prestito Postepay?

Considerate le caratteristiche di cui sopra, possiamo ora cercare di capire se il mini prestito Postepay possa o meno convenire al suo richiedente. Diversi sono i punti di vantaggio: si pensi alla possibilità di godere di un iter semplificato per la richiesta, o alla possibilità di vedersi accreditato l’importo direttamente sulla carta.

Di contro, bisogna pur sempre ricordare che la concessione del finanziamento non è soggetta all’approvazione di Poste Italiane, bensì di Compass Banca SpA. Poste Italiane è infatti solamente distributrice del finanziamento, in virtù di un accordo che non ha costi aggiuntivi per il cliente.

Il finanziamento è inoltre ha caratteristiche standardizzate. Dunque, chi ha necessità di cifre diverse dai tagli di 1.000, 2.000 e 3.000 euro, potrebbe trovare insoddisfacente il ristretto ventaglio di alternative messe a disposizione dalle Poste. Lo stesso dicasi per chi ha necessità di spesa più elevate: con un limite di 3.000 euro, infatti, il finanziamento sembra essere incongruo per tutti coloro che hanno delle esigenze finanziarie maggiori. Poste Italiane comunque mette a disposizione dei propri clienti altre tipologie di prestito; queste hanno massimali decisamente più elevati, anche se in alcuni casi si tratta di prestiti finalizzati. Il cliente ha quindi l’obbligo di indicare a Poste Italiane le spese che intende effettuare con il prestito ricevuto.

Qualche chiarimento

Detto ciò, il mini prestito Postepay può rappresentare una utile opportunità di entrare in possesso di liquidità in tempi abbastanza ristretti. Vi consigliamo comunque, prima della sottoscrizione del prodotto, di consultare attentamente i fogli informativi di trasparenza a disposizione presso ogni ufficio postale abilitato al servizio, dove poter prendere visione del documento di informazioni europee di base sul credito ai consumatori, e sui dettagli di onerosità del prodotto.

Negli stessi uffici postali abilitati al servizio sono inoltre presenti dei consulenti che potranno rispondere alle vostre domande circa le caratteristiche del finanziamento in questione. In tale ambito, per poter conoscere l’ufficio abilitato più vicino a casa vostra, potete consultare il sito internet poste.it o chiamare il numero gratuito 800.00.33.22: un incaricato risponderà fornendovi indirizzo, giorni e orari di apertura e altri eventuali dettagli.