Segnalazione CRIF – Puoi ottenere un finanziamento?

La CRIF si può definire come uno dei più fondamentali gestori privati di informazione creditizia.

Il motivo risiede nel fatto che in primo luogo, rappresentano un vero e proprio punto di riferimento per le banche. Esse infatti, ne fanno uso per poter verificare la capacità di poter ottenere un finanziamento e far fronte ad altri impegni finanziari assunti, da parte dei cattivi pagatori.

Ma non è tutto. Grazie alla Visura CRIF si ha la possibilità di verificare il proprio storico finanziario. Di conseguenza, si ha modo di scoprire il tempo di cancellazione previsto nel caso in cui dovesse verificarsi un’inadempienza da parte della banca, oppure finanziaria.

Ciò ci fa ben intuire quanto siano importanti le banche dati, gestite appunto da CRIF. Quest’ultime sono degli enti privati, a loro volta consultati dagli istituti bancari e dalle varie società finanziarie, con l’obiettivo di monitorare il merito creditizio di ogni singolo individuo.

Qui entra in gioco il Sistema di Informazioni Creditizie (noto come SIC), il quale va a registrare tutte le richieste di finanziamento che effettua una persona presso un istituto di credito. Tra l’altro, è possibile verificare sia quelle accettate, che rifiutate (queste però, resteranno visibili per un mesetto circa).

Nello specifico, la banca dati mostrerà una serie di dettagli tra cui il nome dell’istituto di credito di riferimento con cui si è contratto il debito, ma soprattutto la mole di rate da dover pagare (e la relativa regolarità di pagamento).

A questo punto però ci si chiede: se si riceve una segnalazione da CRIF, c’è la possibilità di chiedere un finanziamento o un prestito?

Segnalazione CRIF, cosa fare

Se dovessero però registrarsi particolari ritardi di pagamento, l’individuo diventa un cattivo pagatore.

Pertanto, si riceve una segnalazione CRIF, il che rende la persona poco affidabile nella richiesta di un eventuale finanziamento o di un prestito.

Talvolta può succedere di essere segnalati, anche se si dovesse avere un ruolo di garante. Infatti, spesso si tende a sottovalutare tale figura ma in realtà, pur non risultando titolari debitori in maniera diretta, è probabile di aver preso parte ad un mutuo, prestando il proprio nome.

Ciò avviene nel momento in cui il titolare risulta inadempiente. Di conseguenza, siete voi a dover garantire dei pagamenti puntuali delle varie rate. Di solito, se si ricevono delle segnalazioni CRIF, vuol dire che risultate già richiedenti di un finanziamento ma non adempienti. Ciò vi fa ben intuire che sarà molto difficile chiederne uno nuovo.

Tuttavia, per togliervi ogni tipo di dubbio, potete effettuare la visura CRIF online.

Come vi abbiamo già accennato in precedenza, così facendo avrete modo di comprendere il motivo della segnalazione ricevuta. Ma non solo: sarete in grado di controllare la vostra situazione finanziaria.

Esistono vari siti in grado di offrire questo servizio via telematica, come ad esempio Tutto Visure. Vi basterà compilare un modulo, inserendo una serie di dati, come ad esempio il codice fiscale, il nominativo, la vostra residenza, i contatti (telefono, email ecc) ed altre informazioni personali.

Una volta inviata la richiesta, sarete in grado di scoprire se potete ottenere un finanziamento o se comunque avete già ricevuto una segnalazione CRIF. Tenete a mente che per un risultato migliore, sarà preferibile effettuare la richiesta per ogni centrale rischi. Questo perché può succedere che ci sia una segnalazione ma che non sia visibile ovunque.

Sappiate che si tratta di una pratica abbastanza efficiente, senza dover perdere molto tempo a fare la fila negli enti referenti. Chiaramente, i tempi potrebbero variare a seconda della visura specifica che andrete a selezionare. Nel giro di poco però, riceverete dei documenti da compilare e da firmare e sarete a conoscenza sulla possibilità di ottenere finanziamenti.