Ordini nel mercato forex: ecco quali sono le principali tipologie

0
79

All’interno delle numerose piattaforme di trading, come ad esempio su lecriptovalute.org, c’è la possibilità di ottenere ottimi guadagni dopo aver fatto delle valutazioni attente e consapevoli, soprattutto riguardanti la situazione del mercato in un preciso istante e la tecnica da utilizzare.
Qualsiasi software di trading, infatti, offre la possibilità di aprire e chiudere le varie posizioni che vengono ribattezzate ordini sul mercato Forex, o su qualsiasi altro mercato in cui si decide di investire.

Uno dei principali tipi di ordine è sicuramente quello denominato Entry Order. In poche parole, questo ordine di entrata nel mercato è legato al soddisfacimento di vari requisiti. Prima di tutto, viene effettuato solamente dopo il verificarsi di ben precise condizioni, come ad esempio il raggiungimento di una certa cifra da parte del cambio di una coppia di valute. Si tratta di un sistema estremamente pratico per stabilire delle tecniche e tattiche automatiche e ovviamente si può annullare.

Le principali tipologie di ordini: il Market order

Un altro ordine molto diffuse è il Market order, che probabilmente è quello più classico presente in questo mercato. Si tratta di un ordine che viene effettuato nell’immediato nel momento in cui un utente sceglie di acquistare una valuta ad un determinato prezzo (si parla di ask price in questi casi). Il broker, quasi in tempo reale, effettuare l’ordine e provvede all’apertura della posizione: poi, in base alla tipologia di broker forex, ci sono degli aspetti che possono cambiare.

Il market order rappresenta uno degli strumenti maggiormente impiegati da tutti quei trader che vengono ribattezzati fondamentalisti. Si tratta di utenti che, per stilare le proprie analisi, fanno leva esclusivamente sugli indicatori economici. In ogni caso, si tratta di un sistema comodo e molto veloce, senza ombra di dubbio, nel momento in cui c’è la necessità di avere una determinata rapidità di esecuzione.

Gli ordini Stop loss e Take profit

Tra gli altri ordini che possiamo trovare sul mercato forex troviamo sicuramente quello denominato “Stop loss”. Si tratta di uno degli ordini di maggiore importanza, ma anche che vengono sottovalutati più di frequente, in modo particolare da tutti coloro che si approcciano per le prime volte a questo mercato. In poche parole, tramite l’ordine “Stop loss”, il trader invia un messaggio al broker per uscire in via del tutto automatica da una ben precisa posizione in perdita nel momento in cui si verificano determinate condizioni. Nel caso in cui i risultati siano negativi, è un ottimo strumento per evitare di perdere tutto ciò che rimane sul proprio conto di trading.

Un altro ordine che ci si trova spesso ad affrontare è il “Take profit”. In poche parole, si tratta dell’ordine esattamente all’opposto rispetto allo “Stop loss”. In questo caso, svolge la funzione di dire al broker qual è il tetto massimo di profitto che si intende raggiungere. L’impostazione avviene in via del tutto automatica e ha come scopo finale quello di far liquidare il profitto da parte del mediatore al raggiungimento di certi valori e soglie. Per chi è alle prime armi con il trading forex, il consiglio è quello di studiare alla perfezione il significato di tutti questi meccanismi, visto che saranno fondamentali per evitare rischi e pericoli durante le varie operazioni di trading online.