Italia e shopping, la spesa si fa sempre più online

0
386

Gli indicatori del commercio online sono tutti positivi: in una fase in cui i consumi si contraggono a causa della crisi economica delle famiglie, il Web rappresenta una grande opportunità per acquistare risparmiando. Sembra essere proprio questo il grande benefit della virtualità, grazie anche a periodi e strategie promozionali.

Aumentano gli acquisti online

L’esempio più plastico di questa situazione è il Black Friday, ovvero il quarto venerdì di novembre che, come gli Stati Uniti insegnano, è dedicato proprio alla convenienza nella spesa: negli ultimi anni, anche nel nostro Paese è diventata un’abitudine quella di dedicarsi agli acquisti in questa giornata, approfittando dei forti sconti che i vari portali online propongono.

Tutto pronto per il Black Friday 2017

Come rivela uno studio condotto dai tecnici del gruppo Tikato, giovane azienda italiana specializzata negli sconti online  grazie, nel corso dell’ultimo “venerdì nero” la maggioranza degli eShopper italiani è riuscita a ottenere forti riduzioni sul prodotto che aveva puntato. Per la precisione, quasi il 38 per cento di chi ha effettivamente comprato ha risparmiato tra il 20 e il 30 per cento, mentre il 26 per cento ha addirittura ottenuto uno sconto tra il 40 e il 50 per cento. E ora l’attenzione è tutta concentrata sul Black Friday 2017.

Appuntamento al 24 novembre

L’appuntamento, come noto, è fissato per venerdì 24 novembre 2017: un giorno non casuale, perché (come da tradizione americana) è quello che segue la festa del Ringraziamento e che, dall’altra parte dell’oceano, dà il via alle vendite per il Natale, e che anche noi abbiamo adottato in maniera quasi entusiastica. Due dei principali portali di eCommerce attivi nel nostro Paese, Amazon ed ePrice, hanno ad esempio ottenuto riscontri eccellenti in occasione dell’edizione 2016 del Black Friday.

I risultati del Black Friday 2016

La piattaforma americana inventata da Jeff Bezos ha mantenuto un ritmo di vendita pari a un prodotto ogni 12 secondi nella giornata del BF 2016, mentre invece il marketplace italiano ePrice ha quasi raddoppiato gli ordini tra un anno e l’altro (con benefici anche per tutto il bilancio 2016 della compagnia). Insomma, gli sconti attraggono sempre e invitano a spendere, e il totale dell’eCommerce in Italia continua a crescere.

Quasi 24 miliardi di euro spesi online in Italia

Secondo l’ultima indagine di Netcomm, il valore complessivo degli acquisti fatti online dagli italiani dovrebbe sfiorare alla fine di questo 2017 i 24 miliardi di euro, superando di circa 17 punti percentuali il dato finale del 2016. In forte salita anche il numero dei web shopper italiani, ovvero i consumatori che effettuano almeno un singolo acquisto online nel corso dei dodici mesi, che diventano ben 16,2 milioni (più 10 per cento rispetto all’anno scorso), a cui si devono aggiungere circa 6 milioni di acquirenti sporadici.

Cosa comprano gli eShopper italiani

Differenti abitudini, dunque, e differenti anche i ventagli di spesa: per chi compra in maniera occasionale, l’acquisto arriva a costare circa 284 euro all’anno, mentre invece gli habitué dell’eCommerce spendono in media 1.357 euro all’anno (generando il 93 per cento della domanda totale nazionale). Per quanto riguarda i segmenti merceologici, l’interesse degli italiani si rivolge innanzitutto a tutti i servizi legati al turismo (9,2 miliardi di euro) e poi a seguire verso prodotti di informatica ed elettronica di consumo (4 miliardi di euro), mentre sul terzo gradino del podio si posiziona l’abbigliamento, con un controvalore pari a 2,5 miliardi di euro.