Codice Tributo, quali quelli più utilizzati

0
275

Codice Tributo: Cosa sono, a cosa occorrono, come vengono suddivisi e a quali numeri corrispondono, un approfondimento su questi numeri.

I codici tributo

I codici tributo occorrono a pagare tasse locali ma non solo, ma quali sono i codici tributo che interessano maggiormente le persone? Comprendere come compilare esattamente il modello F24 per poter pagare questa tassa piuttosto che un altra è molto utile, evita di doversi rivolgere ad esterni e aiuta a comprendere meglio il sistema di versamento che si deve effettuare.

Per evitare quindi di doversi rivolgere al proprio commercialista, capire i codice tributo è essenziale. Intanto occorre dire sin da subito, che questi codici vengono elaborati dal Ministero delle Finanze e che sono davvero molti, in virtù del fatto che molte sono le tasse e le imposte che si devono allo Stato italiano. E ogni codice corrisponde ad un tributo, anche nella misura si:

  • Anticipo
  • Rateizzazione (eventuale)
  • Saldo
  • Sconto

Anticipo, saldo etc sono le causali dei tributi. A seguire i codici tributo maggiormente utilizzati.

Codici tributo Imu

Sul modello F24 sono da indicare il codice tributo (Imu in questo caso relativo alla causale quindi) e il Comune ove lo stabile risiede ed è collocato. Per la prima casa il codice è il 3912, per i terreni 3914, per le aree fabbricabili il codice tributo 3961.

Codici tributo Iva

Raggruppando i vari codici tributo relativi alle diverse imposte, emerge anche l’IVA come è ovvio che fosse e in questo caso si fa riferimento ad un numero differente di codici. Questo avviene anche sulla base del mese di riferimento del versamento. Per i versamenti mensili, per gennaio il codice è il 6001, per febbraio 6002, per marzo 6003, fino a dicembre 6012. Per i versamenti trimestrali, i codici da impiegare partono dal 6031 e arrivano fino al 6034 in relazione al quarto trimestre.

Codici tributo Irpef

Rispetto all’Irpef, i codici relativi al versamento della prima rata dell’acconto sono per il primo il 4033, per il secondo il 4034. Per il saldo invece si fa riferimento al codice 4001. Per le sanzioni all’8901.

Modelli F23 e F24

I codici tributo occorrono ad identificare le voci presenti sui modelli F23 e F24. Vicino ad ogni specifico importo da pagare bisogna indicare anche il codice che identifica la somma da versare, ma ciò avviene anche per altri tipi di voci, che non indicano per forza un tributo.

f24

I codici cambiano anche sulla base del tipo di imposta che deve essere saldata, appunto:

  • Imu
  • Irpef
  • Irap
  • Iva

per citarne alcune, e sono molti in virtù delle differenti imposte come si è detto, quindi è complesso ricordare tutti i codici, fortunatamente esistono delle tabelle consultabili dall’utenza pagante, che aiutano a capire quale codici (o codici) impiegare per saldo, anticipo etc.

Codici tributo: Esempi

Per l’Iva:

  • 6031 per chi effettua il versamento ogni tre mesi nel corso del primo trimestre dell’anno
  • 6034 per chi lo effettuano nel quarto trimestre dell’anno.
  • Mensile i codici vanno dal 6001 di gennaio al 6012 di dicembre

Per l’Irpef:

  • 8901 per le somme versate per il pagamento di eventuali sanzioni
  • 4033 per il versamento della prima rata dell’acconto
  • 4034 per il versamento del secondo acconto
  • 4001 per il versamento del saldo
(Visited 63 times, 1 visits today)