Prestito BancoPosta Acquisto Casa

0
821

In un periodo così complicato dal punto di vista economico, sono molte le persone gravate da pesanti problemi di liquidità. Problemi aggravati dal particolare momento vissuto dal sistema creditizio tricolore, appesantito da una massa di crediti inesigibili che costringe banche e altre istituzioni finanziarie a stringere i cordoni della borsa. La situazione è del resto stata affrontata da Mario Draghi con il cosiddetto Quantitative Easing, teso a ridare fiato al sistema immettendo una grande massa monetaria nel circuito riservato a famiglie e imprese, ma il risultato si è rivelato assolutamente inferiore alle attese, come del resto denunciato dalle stesse associazioni che tutelano i diritti dei consumatori. Se non siamo più alla stretta creditizia di qualche mese fa, va comunque sottolineato come l’erogazione del credito non sia ancora tornata ai livelli fatti registrare prima della crisi del 2008.
Va peraltro messo in rilievo come in una situazione di questo genere si siano inserite anche le politiche fiscali di un governo alla ricerca di soluzioni in grado di abbattere l’ingente debito che grava sul bilancio del nostro Paese. Le politiche di austerity hanno avuto però come conseguenza un ulteriore inaridimento dei bilanci familiari, tale da azzerare letteralmente i consumi.
In questo quadro molti cittadini sono tuttora alla ricerca di soluzioni per racimolare la liquidità necessaria per piccole o grandi spese, si tratti di quelle per l’acquisto di un’abitazione o magari per poter finanziare una vacanza più o meno esotica per la prossima estate.
Tra le possibili soluzioni in tal senso ricordiamo in particolare Prestito BancoPosta Acquisto Casa, il finanziamento ad hoc predisposto da Poste Italiane per chi intende acquistare un immobile in cui pianificare la propria vita futura. Si tratta di un finanziamento rivolto all’acquisto dell’abitazione, del garage, di un’altro vano o pertinenza, in grado di assicurare al richiedente un importo finanziabile che può andare da 10 a 60mila euro. La sua durata, quindi anche l’arco di tempo in cui saranno valide le rate mensili che compongono il piano di ammortamento, oscilla invece tra i 36 e i 120 mesi. Una volta che sia stato oggetto di approvazione, il finanziamento sarà accreditato direttamente sul conto BancoPosta del cliente sottoscrittore mentre il rimborso avrà luogo tramite rate fisse mensili con addebito diretto sempre sul conto in questione.
Il prestito può essere chiesto da persone fisiche che godano di residenza lungo il territorio nazionale,
in grado di dimostrare il godimento di un reddito fisso, da lavoro o dovuto ad un trattamento pensionistico, il quale sia però prodotto in Italia. Naturalmente è obbligatorio un conto BancoPosta, che dovrebbe essere eventualmente acceso da chi ancora non lo detenga e sia intenzionato alla formula offerta da BancoPosta. La documentazione richiesta consiste in un documento di riconoscimento in corso di validità, nella tessera sanitaria/codice fiscale e in una attestazione relativa al tipo di reddito goduto.
Va peraltro precisato che si può recedere dal prestito, rivolgendosi all’ufficio postale ove è stata elevata la richiesta e compilando l’apposito modulo e che si può decidere di rimborsare in anticipo in parte o totalmente il finanziamento, senza alcun tipo di penalità.
E’ inoltre possibile stipulare un’assicurazione, del tutto facoltativa, tesa a tutelare la persona e la famiglia del richiedente, una polizza vita e danni, la cui sottoscrizione deve essere preceduta dalla visione del prospetto informativo messo a disposizione sia presso gli uffici postali che sul sito istituzionale postevita.it., in modo da avere il maggior numero di informazioni possibile.
Va peraltro ricordato come sia possibile conoscere in maniera più dettagliata la formula predisposta da BancoPosta prendendo contatto con un consulente di Poste, il quale potrà fornire tutti i chiarimenti possibili. Una possibilità quindi da non sottovalutare in un momento economico che continua ad essere caratterizzato da difficoltà in grado di ripercuotersi in maniera anche molto forte sul mercato creditizio, nonostante la ripresa osservata nel corso dell’ultimo anno, testimoniata da alcuni report come quello formulato da Abi (Associazione Bancaria Italiana). Una ripresa che potrebbe essere ulteriormente accelerata dal calo fatto registrare nei prezzi degli immobili, tali da poter offrire occasioni a chi è in cerca di abitazioni.
Ricordiamo infine che chi intende avere informazioni sul prestito bancoposta per acquisto casa, può senz’altro rivolgersi a prestitiefinanziarie.it., un sito dedicato proprio al mondo creditizio, che può rivelarsi una guida estremamente preziosa per districarsi al meglio in una disciplina spesso ostica.