Prestiti personali senza busta paga: si riescono a prendere?

0
559

Prestiti personali senza busta paga: linee guida

La forte crisi economica che ha colpito il nostro paese in questi ultimi anni non è un fantasma, sono in molti infatti gli italiani che faticano ad arrivare alla fine mese e spesso si fatica anche a trovere un’occupazione. Ma in un mondo dove nulla rallenta e nessuno si ferma a dare una mano a chi è più bisognoso, un prestito personale può a volte risolvere la situazione anche se ottenerlo non è sempre così semplice.

Ormai nemmeno un contratto a tempo indeterminato è una garanzia solida per le banche, che con l’ingresso del Jobs Act si sono viste togliere la sicurezza di numerosi creditori e non vogliono rischiare. Ma se nella stragrande maggioranza dei casi è difficile ottenere dei soldi in prestito, talvolta è possibile chiedere dei prestiti personali anche senza busta paga. Ci sono numerosi modi per farlo, qui proveremo a darvi le linee guida con le quali muovervi.

Per prima cosa, ricordate che non tutte le banche ragionano allo stesso modo e, nello specifico, anche gli operatori che vi lavorano vedranno il vostro caso in maniera diversa di volta in volta. Fate quindi molte prove, ma non fidatevi dei privati poiché in tempi come questi si rischia di finire preda di strozzini ed usurai, ovvero l’ultima cosa che si cerca quando si è in difficoltà.

Successivamente, pensate che anche senza busta paga i beni immobili come case, automobili ed altri possedimenti possono essere dati come garanzia, che se del valore necessario vi coprirà dal dover dimostrare che avete effettivamente uno stipendio. Altro modo è quello di richiedere l’estratto conto in banca, in modo che se avete dei proventi in nero potrete comunque candidarvi per un prestito personale.

Certo, è molto difficile trovare alla prima occasione una banca disposta ad aiutarvi, ma se cercherete senza demordere e scoraggiarvi ci sarà sicuramente l’occasione che stavate cercando ma non bisogna mai mollare. Attenzione invece se andate a chiedere dei piccoli prestiti, perché spesso dietro queste basse somme di denaro date apparentemente senza problemi si trovano tassi d’interesse a dir poco proibitivi, che anzi si avvicinano ai limiti massimi imposti dalla Banca d’Italia.

Per i giovani, la legge prevede delle speciali agevolazioni in caso di prestiti, specialmente se si tratta di cifre di denaro necessarie al proseguimento degli studi. Attenzione però, l’ultima raccomandazione che possiamo darvi è di cercare di non risultare mai come cattivo pagatore (cerca CRIF o mistercredit su google per saperne di più), in questo caso è particolarmente difficile ottenere un prestito anche se la cifra è davvero bassa.

In conclusione, ricordatevi sempre che a tutti capita di trovarsi in momenti di difficoltà, che siano di denaro o di altri motivi non dovete per nessun motivo vergognarvi ed invece è meglio cercare di parlare con una persona fidata, che possa capire il vostro problema e magari aiutarvi con la propria esperienza personale.

Come richiedere un prestito personale senza busta paga con le garanzie alternative

La busta paga o il cud sono le garanzie preferite delle banche ma è possibile fornirne altre, denominate garanzie alternative, un esempio?

Un immobile in affitto, questo viene considerato come reddito interessante da parte della banca che potrebbe prenderlo in considerazione in mancanza di una garanzia reddituale, in questo caso basta mostrare il contratto di affitto o un estratto conto che mostra il pagamento regolare del canone da parte dell’affittuario.

Un altro modo per avere un prestito personale veloce senza busta paga è quello di proporre come garanzia una rendita finanziaria.

Altra alternativa, in caso di una donna divorziata, è quella di mostrare l’assegno di mantenimento dell’ex marito, sarà sufficiente presentare un estratto conto e la documentazione che attesta il diritto a ricevere quelle somme di denaro.

Dove chiedere un prestito personale senza busta paga?

I prestiti senza busta paga vengono offerti da tutte le banche e gli istituti finanziari come Compass  Findomestic, mentre per conoscere le banche che offrono finanziamenti vantaggiosi di questo tipo è meglio rivolgersi a un consulente finanziario che saprà indirizzarci verso le soluzioni migliori.

Come richiedere un prestito personale senza busta paga e senza garanzie

 

Ci sono dei casi in cui non si hanno garanzia da presentare alla banca che deve concedere il prestito, in questo caso le soluzioni sono i prestiti tra privati e i piccoli prestiti, quest’ultimi vengono concessi solo da alcune banche e non richiedono garanzie ma hanno dei tassi di interesse elevatissimi.

I prestiti tra privati avvengono tra due persone, in questo caso il tasso di interesse è più vantaggioso rispetto a quello promosso dalle finanziarie, in entrambi i casi si tratta di somme piccole, che non superano i 2.000 euro.

Come richiedere un prestito personale senza busta paga da cattivo pagare

Può succedere di aver pagato una rata in ritardo o non aver pagato un finanziamento precedente ed essere finiti nel registro dei cattivi pagatori, in questo caso ottenere un prestito diventa più difficile, soprattutto se si richiede senza busta paga.

Questo accade perchè le banche cercano di evitare i cattivi pagatori per non correre il rischio di ritrovarsi con rate mancate; in questi casi specifici il consiglio è quello di rivolgersi a un consulente finanziario che analizzerà la situazione e troverà la soluzione migliore.

Oppure, un’altra alternativa valida è quella di ricorrere a prestiti cambializzati, finanziamenti che vengono concessi in seguito al pagamento di cambiali.

(Visited 111 times, 1 visits today)