Prestiti aziendali, tutto quello che devi sapere

0
251

Fino a qualche tempo fa le persone, soprattutto in Italia, chiedevano prestiti o mutui solo in caso di estrema necessità e pochissime volte nell’arco di molti anni. Oggi, invece, causa la crisi economica e l’aumento delle proposte da parte degli istituti di credito sul mercato dei finanziamenti, la situazione sta cambiando. Attualmente, infatti, esistono moltissime tipologie di finanziamento tra cui gli utilissimi prestiti aziendali. In molti scelgono di chiedere questo tipo di prestito, soprattutto per iniziare o sovvenzionare la propria attività lavorativa. Ecco, dunque, una guida che ti spiegherà tutto ciò che devi sapere circa i prestiti aziendali e il loro funzionamento.

Per un approfondimento generale sui prestiti ti consigliamo di leggere la nostra guida ai prestiti.

Cos’è il prestito aziendale

I prestiti aziendali sono un particolare tipo di finanziamento creato su misura per i liberi professionisti, le ditte e aziende individuali, piccole imprese ed artigiani e, dunque, non vengono erogati per scopi diversi da quelli lavorativi. La somma che viene concessa dall’istituto di credito varia in base al richiedente e al tipo di lavoro che si intende svolgere. Per ottenere un prestito aziendale, infatti, sarà necessario presentare presso l’istituto di credito scelto un business plan e un preventivo di spesa che possano giustificare la richiesta di finanziamento. Le rate del finanziamento sono solitamente mensili e comprendono sia parte del capitale da restituire che gli interessi, ovvero il TAN e il TAEG. In generale, i prestiti aziendali sono a breve o medio termine.

Aziende Individuali

Ma cosa sono, dunque, le aziende individuali che possono beneficiare dei prestiti aziendali? Con il termine azienda individuale ci si riferisce a quelle aziende che risultano essere costituite da una sola persona, ovvero quelle che appartengono ad un unico proprietario che rappresenta legalmente il soggetto giuridico. Ciò significa che una qualsiasi persona che voglia iniziare a lavorare aprendo un’attività può farlo creando di fatto una azienda individuale. I proprietari di queste aziende individuali possono, dunque, richiedere il prestito aziendale per finanziare l’attività o per fare investimenti. Esistono anche Prestiti per lavoratori autonomi e aticipi: tutto quello che dovete sapere.

Prestiti aziendali senza garanzie

Solitamente per ottenere un prestito aziendale è necessario presentare diverse garanzie all’istituto di credito. Affinché le banche e gli altri istituti concedano questo prestito bisognerà, infatti, consegnare tutta la documentazione aziendale e un calcolo appropriato degli investimenti che ci si propone di fare, oltre alla busta paga e quant’altro. Altri istituti, invece, concedono prestiti aziendali senza troppe garanzie (vedi anche prestiti senza busta paga e prestiti a protestati) in cambio. Quando accade ciò bisogna stare attenti ai tassi d’interesse: l’istituto di credito che non esige troppe garanzie da parte del richiedente aumenterà di molto le rate mensili, facendo leva principalmente sul TAEG.

In alternativa esistono dei fondi, conosciuti come fondi di garanzia, destinati ai liberi professionisti e alle piccole e medie imprese che vengono concessi da alcuni istituti di credito dopo la presentazione di un progetto imprenditoriale ben fatto.

Prestito aziendale per il dipendente

Molto interessante è il prestito aziendale per il dipendente. Questo prestito rientra tra le varie tipologie di prestito aziendale ma a differenza degli altri non viene erogato dagli istituti di credito, bensì dal datore di lavoro. Dunque, il prestito aziendale per il dipendente è un prestito che un lavoratore può richiedere al proprio datore di lavoro direttamente in busta paga. Questo tipo di finanziamento presenta notevoli vantaggi: innanzitutto le garanzie richieste sono minime perché il datore sa già tutto dei propri dipendenti e, inoltre, questo tipo di prestito aiuta a migliorare il rapporto tra azienda e lavoratore. Da un punto di vista economico il prestito aziendale per il dipendente risulta comunque più conveniente di altri tipi di prestiti perché i tassi d’interesse sono generalmente molto bassi. Le somme concesse sono anch’esse abbastanza basse e le rate mensili per la restituzione della somma pattuita vengono detratte direttamente dalla busta paga.

Prestito aziendale per liquidità

Il prestito aziendale per liquidità è un finanziamento che ha come scopo quello di concedere una somma di denaro per far fronte a problemi di liquidità improvvisi o meno. In generale gli istituti che concedono questo tipo di prestito non vogliono sapere per quali finalità verrà usata la somma concessa ma richiedono comunque un minimo di garanzia come, ad esempio, la certezza di un’entrata mensile. Le somme che si possono ottenere sono abbastanza basse ma, proprio per questo, i tassi d’interesse si mantengono altrettanto bassi.

Prestiti Agevolati

Si parla di prestiti agevolati nel momento in cui le condizioni imposte all’atto del prestito risultano visibilmente vantaggiose rispetto alle condizioni normali. Attualmente, visto che sempre più persone chiedono un finanziamento, molti istituti di credito propongono prestiti abbastanza agevolati. Ad esempio, alcune banche propongono tassi agevolati per determinate tipologie di lavoratori o aziende grazie ad accordi stipulati tra gli istituti di credito stessi e le principali associazioni di categoria. Altre agevolazioni invece riguardano le tempistiche: molti istituti, infatti, concedono i prestiti aziendali in tempi piuttosto brevi, a volte anche in pochi giorni.

Se siete giovani è molto importante che leggiate anche l’articolo sul prestito d’onore.

Le banche a cui ti puoi rivolgere

Le banche a cui ti puoi rivolgere per ottenere un prestito aziendale sono molte. Gli istituti di credito, infatti, si stanno avvicinando sempre di più al singolo cliente, proponendo soluzioni ad hoc per tutti coloro che scelgono di chiedere un finanziamento per mandare avanti la propria attività. Tra i principali istituti ci sono le Poste Italiane, il Banco di Sardegna, l’Unicredit, l’Agos e ING Direct. In particolare, queste strutture offrono prestiti aziendali attualmente molto vantaggiosi, oltre a rappresentare una vera e propria sicurezza sul mercato dei finanziamenti. È importante infatti, prima ancora di chiedere un prestito, assicurarsi che la banca a cui si ha intenzione di rivolgersi sia effettivamente solida e seria. Inoltre, se si desidera conoscere la propria situazione finanziaria e creditizia prima di chiedere un finanziamento, lo si può fare tranquillamente rivolgendosi al CRIF: questa società indipendente è un vero e proprio riferimento nel mondo dei prestiti sia per gli istituti di credito ma anche per i privati.

Poste italiane

Tra i colossi dell’economia italiana vi è senza dubbio Poste italiane. Quest’istituto mette a disposizione dei propri clienti il servizio Prestito Banco Posta per Professionisti, dedicato a chi possiede la partita IVA e dunque è un libero professionista ed è correntista da almeno sei mesi presso le Poste italiane. Il prestito proposto dalle Poste italiane parte da una cifra minima di 5.000 euro, dilazionabili in un massimo di 96 comode rate mensili, fino ad arrivare alla cifra massima di 40.000 euro. Nel caso in cui le Poste italiane concederanno il finanziamento al cliente verrà usato il conto corrente attivo presso di loro per accreditare la somma richiesta e per ritirare le rate mensili.

Banco di Sardegna

Il Banco di Sardegna concede comodi prestiti aziendali ai liberi professionisti, agli artigiani e alle aziende individuali che desiderano far crescere il proprio business e investire in esso con l’acquisto di beni o servizi. Le rate per il rimborso del prestito sono anche in questo caso mensili e il tasso può essere fisso o variabile. Il Banco di Sardegna permette ai suoi futuri clienti di ottenere fin da subito un preventivo online semplicemente inserendo tutti i dati richiesti sul loro sito ufficiale.

Unicredit

Unicredit offre ai liberi professionisti un finanziamento entro 48 ore dalla richiesta per un massimo di 10.000 euro a chiunque non abbia già altri affidamenti, ovvero altri finanziamenti, presso la loro banca. Allo stesso modo, la stessa Unicredit mette a disposizione prestiti aziendali per le aziende individuali e per le piccole imprese partendo da un minimo di 10.000 euro.

Agos

Agos è una società finanziaria italiana operante da oltre vent’anni nell’erogazione di credito a consumo. Anche questa società, dunque, si occupa di concedere ai liberi professionisti e alle aziende individuali finanziamenti e prestiti restituibili in comode rate mensili. Per avere un preventivo o chiedere informazioni circa il prestito aziendale è possibile contattare questa società tramite il numero verde Agos Ducato.

ING Direct

ING Direct concede finanziamenti per le piccole imprese che vanno dai 3.000 mila euro ai 100.000 mila euro, restituibili sempre in rate mensili. Registrandosi sul sito ufficiale si potrà compilare una domanda di prestito aziendale in pochi minuti, inserendo i dati e i documenti richiesti.

Alternative

Per approfondire ti consigliamo di leggere anche l’articolo sul piccolo prestito INPDAP e prestito chirografario.