Osservatorio Compass: prestiti settore auto ed elettronica fanno aumentare i consumi

0
533

Le vendite in alcuni settori, come quello auto ed elettronica, sono in rialzo e il tutto grazie all’aumento di prestiti al consumo erogati. Ciò, naturalmente, funge da traino per i consumi ed è una notizia molto positiva, se si pensa al periodo di crisi economica che non è ancora del tutto finito.

Nello specifico, si parla di un risultato positivo per il credito al consumo, ottenuto grazie all’erogazione di più prestiti in taluni settori. A dirlo è l’Osservatorio Compass che ha fatto un’accurata indagine su quelli che sono, al momento, i movimenti e scelte degli enti e degli istituti finanziari che, concedendo più prestiti al consumo, soprattutto in alcuni settori, stanno spingendo un po’ un’economia ferma da ormai troppo tempo. Volendo entrare nel dettaglio, durante i primi 6 mesi del 2015 c’è stata una crescita dei volumi erogati pari al 10,7% su base annua. In tutto questo dato totale, c’è da segnalare il settore auto, che, per quel che riguarda i prestiti erogati,  cresce del 12,7% rispetto al 2014, e il settore elettronica che, invece, fa registrare il 41% delle operazioni di finanziamento. Va male, invece, il settore dell’arredamento.

Ma l’indagine si è spinta oltre, facendo delle proiezioni anche per il prossimo anno. Cosa accadrà nei futuri 12 mesi? Si pensa che l’erogazione di crediti al consumo, soprattutto nei comparti sopraindicati come positivi, continuerà a crescere. Questo perché c’è chi ha l’esigenza, ad esempio, di un’auto nuova e ha sino a questo momento rimandato la spesa e, pertanto, potrebbe approfittare della buona congiunzione per chiedere il finanziamento. Dall’Osservatorio fanno sapere che più del 60% dei clienti che hanno scelto la via della linea di credito concessa da banche o enti finanziari, senza il prestito non avrebbero potuto effettuare l’acquisto e questo ha, quindi, spinto l’economia che, altrimenti, sarebbe rimasta immobile. Grazie a tutto ciò, nel primo semestre 2015 si sono registrati dati positivi, soprattutto nel settore automobilistico, in particolar modo nelle auto usate, tanto che si è registrato il 15% di immatricolazioni in più su base annua. Tutto questo, quindi, potrebbe andare a movimentare l’economia e potrebbe interessare anche altri settori oltre, ovviamente, quelli già citati, che stanno godendo di un miglioramento capace di trainare un po’ il quadro generale. Al momento, si tratta solo di previsioni, ma si deve anche tenere in conto l’innalzamento della fiducia del consumatore che, sapendo di poter accedere a dei finanziamenti pensati proprio per il consumo, è spinto a fare nuove spese che, altrimenti, avrebbe accantonato, come dimostra l’analisi dell’Osservatorio Compass. Tutto questo, quindi, potrebbe influire in maniera positiva anche sui dati del prossimo anno.

(Visited 72 times, 1 visits today)