Cos’è la surroga del mutuo e come richiederla

0
537

Quando si parla di stipulare un mutuo vi è anche la possibilità di fare aggiungere la surroga, ovvero, un contratto che prevede il trasferimento di un mutuo ipotecario dalla banca originario che l’ha concesso a una nuova.

Si tratta di una sostituzione del mutuo precedente con un il subentro di un nuovo Istituto di Credito con cui il debitore può concordare condizioni più vantaggiose, senza costi aggiuntivi, oneri e senza il bisogno dell’approvazione della banca iniziale.

Si si vuole conoscere ogni aspetto di questo tipo di contratto, potete visitare il sito surroga-mutuo.org, all’interno notizie utili su tutte le tipologie di surroga con relativi obblighi, vantaggi e condizioni.

In questo articolo cercheremo di fare una veloce panoramica per spiegare cosa è la surroga i suoi vantaggi.

Con la surroga si va a sostituire il mutuo iniziale senza cancellare la vecchia ipoteca, si tratta di un mutuo di scopo, viene concesso solo per un importo uguale al capitale residuo del vecchio mutuo e mai per l’intera cifra, mentre tasso e durata, sono variabili.

Il contratto di surroga può sostituire sia un mutuo destinato all’acquisto della prima casa, che uno per la seconda casa, infine, è possibile anche chiedere la surrogazione di un mutuo di liquidità, ma in questo caso la procedura è un po’ più difficile.

L’atto di surroga può essere bilaterale o trilaterale, di seguito andiamo a vedere le differenze sostanziali.

La surroga bilaterale prevede che ci sia l’intervento della nuova Banca e del soggetto debitore e poi un separato e successivo atto unilaterale di quietanza, si hanno quindi due fasi in cui si stipula il contratto di mutuo per surrogazione, che ha tutte le condizioni tra mutuatario e nuovo Istituto di Credito e poi si stipula l’atto unilaterale di quietanza, ovvero, la dichiarazione con cui la banca originaria attesta l’estinzione del mutuo per surrogazione con impegno a non cancellare l’ipoteca che verrà messa in conto sul nuovo mutuo. Si tratta di un atto che viene redatto dalla Banca e autenticato dal Notaio.

La surroga trilaterale prevede l’intervento della banca originaria, della nuova banca e del mutuatario; la stipula di questo contratto avviene con un solo atto notarile che contiene il nuovo contratto di mutuo con tutte le condizioni nuove tra mutuatario e Istituto di Credito; la quietanza di estinzione del mutuo originario rilasciato dalla prima banca e l’impegno a non cancellare l’ipoteca data alla stipulazione del primo contratto di mutuo.

Senza dubbio si tratta di un contratto estremamente vantaggioso per chi ha richiesto il mutuo, perché ha la possibilità di abbandonare quello iniziale per una soluzione decisamente più vantaggiosa, con condizioni e tassi di interesse che possono portare convenienza sulla cifra stanziata inizialmente.

È possibile chiedere la surroga anche per i mutui ipotecari INPS ex INPDAP per prima casa e box o posto auto.

Per avere maggiori informazioni sulle modalità di richiesta della surroga mutuo e su tutte le informazioni per valutare quello più vantaggiosi, consigliamo di rivolgersi a vari Istituti di Credito per conoscere più proposte diverse e decidere quella che fa al caso vostro.