Licenza tabacchi: Come ottenerla e cosa conoscere

0
296

La licenza tabacchi è una delle licenze concesse in franchising ad esempio. Ma cosa occorre conoscere di questa specifica licenza? Un approfondimento tematico.

Chi può ottenere la licenza tabacchi

Per quanto riguarda la licenza tabacchi, la legge in vigore che la regolamenta è quella del decreto numero 38/2013 del Mef acronimo di: Ministero delle Economie e Finanze, specificatamente all’articolo 7, comma 2, si riconosce l’istituto del patentino, che fornisce la possibilità di vendere tabacchi confezionati in Italia.

Patentino o licenza che si riferisce all’esclusiva vendita di tabacchi lavorati, e che va ad aumentare l’offerta della propria attività, si deduce da ciò che anche coloro che già hanno ottenuto altre licenze ad esempio come quella per la somministrazione di cibi e bevande, può fare domanda per questo patentino tabacchi.

Sempre rimanendo sulla legge del MeF al secondo comma del terzo articolo viene specificato che il patentino viene rilasciato, unicamente se, nell’area geografica nella quale sorge l’attività richiedente, non sia presente una congrua offerta preesistente in grado di soddisfare la domanda dalla zona stessa.

Attività che possono farne richiesta

Sempre rifacendosi all’art.7 comma 2 ecco i soggetti che possono fare richiesta di tale licenza:

  • Gli esercizi pubblici dotati di licenza per la somministrazione di cibi e bevande (già menzionati in precedenza)
  • Gli alberghi
  • Gli stabilimenti balneari
  • Le sale Bingo
  • Le agenzie di scommesse
  • Dei bar che abbiano un numero elevato di clienti richiedenti la vendita di tabacchi

L’idoneità al rilascio della licenza tabacchi sempre ai sensi di legge viene data quando si verificano le condizioni a seguire:

  • Un orario prolungato rispetto a quello dei competitori locali
  • Il giorno di riposo settimanale differente da quello dei competitori locali
  • La distanza dai competitori locali che non sia inferiore a 100 metri
  • La distanza da eventuali distributori automatici di tabacchi che deve essere al minimo di 300 metri nei Comuni con 30.000 abitanti, 250 metri nei Comuni fino a 100.000 abitanti e 200 metri nei Comuni con popolazione più alta ai 100.000
  • La totale assenza di eventuali pendenze fiscali o relative a morosità verso le casse dello Stato da parte di chi richiede il patentino

Il rilascio della Licenza Tabacchi: Come funziona

Innanzitutto occorre ricordare che non esiste un limite di tempo entro il quale fare domanda per il patentino, di conseguenza è possibile farne richiesta presso l’Ufficio dei Monopoli di zona in ogni periodo dell’anno. La domanda che si presenterà all’ufficio predisposto dovrà comunque essere correlata da una perizia effettuata da un professionista e da una dichiarazione sostitutiva sottoscritta da un notaio.

La perizia conterrà:

  • Una mappa della zona nella quale si effettua la richiesta.
  • Indicazione delle rivendite preesistenti di tabacchi nel raggio di almeno 600 metri.
  • Una planimetria del locale richiedente. Questa si allega unicamente per le stazioni di servizio, la planimetria riguarderà l’impianto e l’area del locale che si intende adibire alla vendita di tabacchi lavorati.

La dichiarazione sostitutiva del notaio conterrà:

  • Orario di apertura e orario di chiusura + il giorno di riposo dell’attività richiedente.
  • La natura dell’attività.
  • Il reddito conseguito negli precedenti due esercizi, e anche il numero di scontrini fiscali emessi.
  • L’indicazione dei possibili distributori automatici di tabacchi attivi presso la rivendita più vicina.
  • La presenza di eventuali pendenze fiscali o morosità verso le casse dello Stato, nei casi di stazioni di servizio automobilistico, l’atto notarile prenderà nella dovuta considerazione unicamente questo ultimo punto.

Una volta che l’esercente avrà presentato la domanda, in caso di responso positivo, verrà contattato dall’Ufficio dei Monopoli per avere conferma dell’avvenuto riconoscimento e per iniziare ad esercitare la professione. Quando si sarà ottenuta la licenza tabacchi il titolare dell’attività non potrà promuovere in modo diretto od indiretto la vendita di tabacchi questo ciò che dice la legge al riguardo.