Borse di studio Inpdap 2016: ecco come presentare domanda

0
632

Borse di studio Inpdap per studenti universitari, post universitari e di scuole secondarie

Al fine di sostenere i più giovani nel loro percorso di istruzione, formazione ed educazione, l’Inps mette a concorso ogni anno delle borse di studio che possono essere utilizzate come parziale rimborso delle spese sostenute nel corso dell’anno scolastico/accademico trascorso. Ma chi può ottenere le borse di studio Inpdap?

Le borse di studio sono riservate ai i figli dei dipendenti e dei pensionati pubblici iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali (Fondo credito dell’Inps) oppure iscritti alla Gestione magistrale. Per poter partecipare al concorso, i figli di dipendenti e pensionati devono soddisfare tutti i requisiti indicati sul relativo bando, inclusi quelli quali quelli di merito.

Va precisato inoltre che sono ammessi al concorso, i ragazzi che hanno studiato presso:

  • istituti scolastici statali o legalmente riconosciuti;
  • scuole europee dell’UE;
  • scuole italiane all’estero;
  • istituti stranieri, i cui corsi siano legalmente riconosciuti equivalenti a quelli italiani.

Sono invece esclusi dal concorso i ragazzi che già ricevono, o hanno ricevuto, un altro beneficio erogato dall’Inps, dallo Stato o da altre istituzioni per l’anno scolastico/accademico cui fa riferimento il bando. Questo però solo a condizione che l’altro aiuto abbia un valore superiore alla metà della borsa di studio Inpdap.

Borse di studio Inpdap 2016 bando: come consultarlo

L’Inps assegna le borse di studio tramite due bandi di concorso: uno riferito alle scuole secondarie di primo e secondo grado (scuole medie e superiori), l’altro per coloro che seguono percorsi di formazione di livello universitario, post secondario, post universitario e professionale.

I bandi vengono generalmente pubblicati tra l’ultimo trimestre dell’anno scolastico/ accademico cui si riferisce il bando e il primo trimestre di quello successivo. È possibile consultare i bandi attraverso la sezione Bandi Borse di studio presente nel sito inps.it.

In ogni caso è fondamentale precisare che la scelta dei vincitori si basa non solo sulle valutazioni scolastiche ottenute dai concorrenti, ma anche sull’indicatore Isee del nucleo familiare di cui fa parte il concorrente. Migliore è il rendimento scolastico ottenuto e minore il reddito Isee, tanto più alto è il posto occupato in graduatoria dal richiedente.

Ricordiamo inoltre che sono previste delle agevolazioni per gli studenti universitari e post-universitari che risiedono in una Regione diversa da quella in cui si tiene il corso di studi.

Presentazione domanda borse di studio Inpdap università e scuole secondarie

Le domande di borse di studio Inpdap possono essere trasmesse esclusivamente per via telematica. Nel caso in cui il ragazzo concorrente sia minorenne, la richiesta di partecipazione al bando dovrà essere inviata dal genitore iscritto in servizio o in pensione, o in alternativa dal genitore superstite o dal tutore.

Se invece alla data di invio della domanda il concorrente ha già compiuto il 18esimo anno di età, questi potrà inviare la domanda autonomamente.

Per poter trasmettere la domanda il richiedente deve accedere all’area Servizi online del sito inps.it, utilizzando il proprio codice Pin, e da qui seguire il percorso: “Servizi online- Servizi per il cittadino – Servizi ex Inpdap – Borse di studio /Iniziative accademiche – Domanda”.

(Visited 129 times, 1 visits today)