Assegno ordinario di invalidità: beneficiari, importo e come richiederlo

L’assegno ordinario di invalidità è una prestazione di natura economica erogata dall’Inps. Si tratta di una misura riconosciuta a tutte quelle persone che hanno una capacità lavorativa che si è ridotta a meno di un terzo, a causa di una infermità di origine mentale o fisica. Ma a chi spetta? Quali sono i requisiti previsti dall’attuale normativa? E come richiederlo? Cerchiamo di saperne di più su questa forma di supporto, importante per tutti coloro i quali soffrono di invalidità significative.

Assegno ordinario di invalidità, beneficiari

Stando a quanto afferma l’attuale normativa in materia, hanno diritto all’assegno ordinario di invalidità i lavoratori dipendenti, autonomi e gli iscritti ad alcuni fondi pensioni sostitutivi e integrativi dell’assicurazione generale obbligatoria.

In aggiunta a quanto sopra, per poter richiedere proficuamente l’assegno, è necessario che il lavoratore abbia subito la riduzione della sua capacità lavorativa a meno di un terzo a causa dell’infermità o del difetto fisico o mentale, e che abbia almeno 260 contributi settimanali (equivalenti a 5 anni di contribuzione e di assicurazione), di cui 156 contributi settimanali (ovvero tre anni di contribuzione e di assicurazione) nei cinque anni precedenti la data di presentazione della domanda di ottenimento dell’assegno ordinario di invalidità.

Si tenga conto che per poter ottenere l’assegno ordinario di invalidità non è richiesta alcuna cessazione dell’attività lavorativa.

Assegno ordinario di invaliditàImporto

L‘importo è determinato con il sistema di calcolo misto o contributivo, a seconda che il lavoratore abbia iniziato l’attività lavorativa dopo il 31 dicembre 1995 (contributivo) o meno (misto, con una quota calcolata con il sistema retributivo e una quota con il sistema contributivo).

Come richiederlo

La richiesta, così come avviene per altre richieste di indennità da parte dell’Inps, deve essere effettuata solo in via telematica, attraverso tre diversi canali alternativi:

  • Web: il soggetto interessato può procedere all’accesso ai servizi telematici fruibili mediante codice PIN attraverso il portale dell’istituto, inps.it.
  • Telefono: il soggetto interessato può utilizzare il numero gratuito 803164 (da rete fissa) o a pagamento 06164164 (da rete mobile), chiamando il contact center.
  • Patronati e altri intermediari: attraverso i servizi telematici che vengono offerti dagli stessi enti.

In ogni caso, sia che l’interessato si rivolga al web, al contact center o ai patronati, sarà necessario fornire adeguata e ampia certificazione medica, da allegare alla richiesta.

Quando è riconosciuto l’assegno

L’assegno ordinario di invalidità decorre dal primo giorno del mese che segue quello di presentazione della domanda. Questo a patto che risultino essere soddisfatti tutti i requisiti (di natura sanitaria e di natura amministrativa) che sono richiesti dall’attuale normativa.

L’Inps ricorda in tal proposito che l’erogazione dell’assegno ordinario di invalidità è perfettamente compatibile con l’attività lavorativa, ed ha una validità di tre anni. Entro la data di scadenza l’interessato potrà richiedere la conferma della domanda presentata. Dopo tre riconoscimenti consecutivi, sarà confermato in automatismo e, al momento del compimento dell’età pensionabile, e previa conferma di tutti i requisiti, viene trasformato d’ufficio in pensione di vecchiaia.

Assegno ordinario di invalidità calcolo

Come ottenere maggiori informazioni

Se desiderate disporre di maggiori informazioni sulla richiesta dell’assegno ordinario di invalidità, vi consigliamo di contattare direttamente l’Istituto nazionale di previdenza sociale, attraverso le sedi più vicino al vostro luogo di domicilio, o mediante i contatti telefonici che possono essere consultati liberamente sul sito internet inps.it.

All’interno dello stesso sito dell’Istituto nazionale di previdenza troverete altresì una pagina dedicata all’assegno ordinario di invalidità. Vi consigliamo di leggerla prima di procedere alla compilazione della modulistica di richiesta per questo tipo di emolumento.