Ethereum dollari, il cambio e la piattaforma

0
210

L’Ethereum è una criptovaluta che sta prendendo quota, data la sua origine viene spesso paragonata al Bitcoin, anche se ci sono diverse differenze tra le due monete virtuali. Spesso si parla di Ethereum dollari, un cambio che incuriosisce molto gli investitori delle criptovalute, per cui faremo una breve panoramica della situazione.

Il mercato delle criptovalute attualmente è dominato proprio dal Bitcoin e da Ethereum, che possono definirsi i maggiori esponenti della moneta virtuale, sono da sempre le più seguite dagli investitori internazionali, grazie alle ottime offerte di quotazione e alla mancanza di un istituto centralizzato che ne influenzi il prezzo.

Cambio Ethereum dollari

Il cambio Ethereum dollari è uno dei più seguiti, lo scorso anno il valore di un Ethereum era vicino ai 65 dollari, un dato relativo ad aprile del 2017 riporta una circolazione di 91,1 milioni di unità di Ethereum e il volume scambiato di 229.763.379 dollari.

Alla fine del  2017 il prezzo di Ethereum è salita arrivando a registrare nuovi record storici portandosi sopra gli 850 dollari, nel giro di qualche giorno ha poi superato i 1000 dollari, ma l’inizio del 2018 si è rilevato più difficile per questa criptomoneta.

Infatti, nelle prime settimane, l’Ethereum subito le varie battute d’arresto che hanno colpito il mercato delle criptovalute, riportando il cambio Ethereum dollari, sotto la soglia dei 1000 dollari.

Cos’è l’Ethereum?

L’Ethereum è un network di scambi di valore monetario autonomo e indipendente da un’autorità centrale, ha una piattaforma decentralizzata per la creazione di contratti.

Questa criptovaluta si pone come concorrete del Bitcoin poiché ha caratteristiche equivalenti , anch’esso ha un sistema di pagamento simile a Visa ma non ci sono autorità che ne gestiscono il controllo, che è totalmente nelle mani di chi lo utilizza.

Rispetto ad altre piattaforme, Ethereum permette di effettuare calcoli e creare software online, con il sostegno di migliaia di computer in tutto il mondo.

Anche se da una parte il meccanismo di calcolo sul cloud non è molto efficiente, dall’altra parte si possono monitorare i risultati nella blockchain della valuta, tutti i dati sono pubblici e una volta avviato un processo o un programma nessuno può modificarlo o fermarlo.

Ed è proprio questa la grande differenza con il bitcoin, poiché sull’Ethereum si possono stipulare dei contratti vincolanti e a lungo termine senza correre rischi, un fattore che ha reso famosi i programmi sviluppati come smart contract, ovvero, contratti intelligenti.

I vantaggi di Ethereum

Quali sono i maggiori vantaggi di Ethereum? Nessuno delle due parti può modificare un contratto, questo permette di portare avanti accordi che esulano dalle competenze della legge dei paesi; si possono allargare le scommesse online di ogni genere, anche finanziario.

Anche se la legge non offre garanzie, sarà il contratto intelligente stipulato sul cloud a fare da garanzia ufficiale per entrambi le parti.

Leggi anche: Piattaforma per criptovalute, come sceglierla e quali sono le migliori

(Visited 20 times, 1 visits today)