BancoPosta Più: carta di credito o revolving a scelta

BancoPosta Più è la carta di credito che le Poste Italiane hanno messo a disposizione della propria clientela. Permette ai legittimi possessori di gestire in maniera più elastica e flessibile gli acquisti di ogni giorno, e le spese più importanti, mediante uno strumento straordinariamente versatile.

La carta di credito BancoPosta Più consente infatti di usufruire di una doppia modalità di pagamento, con la quale poter disporre di una linea di fido a saldo che si potrà scegliere di impiegare per poter rateizzare le spese più importanti. Il fido è assolutamente personalizzabile, potendolo declinare sulla base della valutazione dell’emittente e, comunque, contando sui limiti di spesa che risultano essere maggiormente adatti alle richieste della clientela, con un taglio da 2.600 euro o da 3.600 euro. Di fatto il singolo cliente può avere accesso anche ad un fido superiore ai 3.600 euro.

Tra le altre caratteristiche di base della BancoPosta Più:

  • Un estratto conto chiaro e dettagliato.
  • L’attivazione degli SMS informativi gratuiti su richiesta e senza alcun costo a proprio carico.
  • La protezione contro le frodi e gli imprevisti dopo i prelevamenti e gli acquisti con la carta, grazie a un pacchetto assicurativo totalmente gratuito. Questo prodotto, in seguito alla cessazione del contratto tra Poste Italiane e Compass, non è più disponibile da novembre 2019.

carta BancoPosta Più

Come richiedere la BancoPosta Più

La carta BancoPosta Più può essere richiesta direttamente online o presso le agenzie di Poste Italiane.

Per poterla ottenere è tuttavia necessario rispettare alcuni requisiti minimi: l’età anagrafica non superiore ai 72 anni; la disponibilità di un reddito da lavoro dipendente, da lavoro autonomo o da pensione dimostrabile; se cittadino di uno Stato non appartenente all’Unione Europea, un’anzianità di residenza in Italia maggiore di 3 anni.

Per quanto concerne la documentazione da presentare al momento della richiesta (online o in agenzia), segnaliamo:

  • Documento di identità in corso di validità.
  • Tessera sanitaria regionale o il codice fiscale.
  • Busta paga in caso di richiedente lavoratore dipendente, cedolino pensione per i pensionati, ultimo Modello Unico per i lavoratori autonomi.

Qualora il richiedente sia un cittadino di uno Stato non appartenente all’Unione Europea è necessario disporre anche del permesso di soggiorno.

Come rimborsare a rate gli acquisti con BancoPosta Più

Attraverso la carta BancoPosta Più è possibile avere a disposizione un fido per rimborsare ratealmente i propri acquisti. L’opzione rateale si pone pertanto come alternativa alla principale modalità di pagamento a saldo, permettendo alla carta di divenire uno strumento dalla grande flessibilità. Potrà quindi essere utilizzata per qualsiasi tipologia di acquisto, da quelli più ordinari a quelli più importanti, anche come carta di credito revolving.

Dunque, la carta BancoPosta Piùè molto di più di una semplice carta revolving. Permette ad esempio al cliente di scegliere in qualsiasi momento se e quando rateizzare le proprie spese, e non solamente prima dell’effettuazione dell’acquisto, ma anche dopo la spesa, e fino a 2 giorni prima della chiusura dell’estratto conto. Trovandosi nella piena disponibilità economica, il cliente può scegliere di rimborsare l’importo in un’unica soluzione, azzerando il debito, in qualsiasi momento.

Sempre in relazione all’opzione rateale, ricordiamo come il cliente potrà scegliere su ampie disponibilità di denaro, e rimborsi a scelta tra 6, 12, 18 e 24 mesi (l’importo minimo rateizzabile in ogni caso non può essere inferiore ai 180 euro). La scelta sulla rateizzazione o l’estinzione della stessa, può essere effettuata anche telefonicamente, chiamando il numero verde 800.00.33.22.

BancoPosta Più, assicurazione inclusa nella carta

Oltre al servizio di spesa (rateale o meno), la carta prevedeva al suo interno – e senza alcun costo – un’assicurazione in caso di frode, senza franchigia. Il cliente titolare della carta sarà dunque tutelato in caso di scippo o di rapina del denaro contante prelevato dagli ATM al momento dell’operazione e nelle 12 ore successive al prelevamento, di furto o di danneggiamento accidentale del bene, per acquisti almeno pari a 75 euro (e fino a 60 giorni successivi alla transazione), e ancora di consegna di un prodotto danneggiato, per gli acquisti online di importo minimo di 200 euro. Poste Italiane ha però cessato, nel 2019, il proprio contratto con Compass, eliminando questa opzione gratuita.

Costi e condizioni economiche

La carta BancoPosta Più ha un costo di 37 euro all’anno, per un fido da 2.600 euro o più, a seconda delle preferenze del cliente e delle sue effettive capacità di rimborso. In caso di rateizzazione non vi sarà l’applicazione di alcun tasso annuo nominale, bensì di una commissione pari a 0,50 euro al mese per ogni 100 rateizzati.