Delegazione di pagamento e Banca

0
163

Delegazione di pagamento o delega di pagamento, si tratta di un prestito con delega altrimenti definibile come doppio quinto.

Delegazione di pagamento: Cos’è

La delega di pagamento o delegazione di pagamento è un prestito che permette a coloro che è già titolare di una cessione del quinto dello stipendio, di accrescere l’importo del prestito.Rimborsare questo prestito significa avere delle trattenute sullo stipendio e la somma totale delle rate non può superare il 40% dello stesso.

Accesso al prestito con delegazione di pagamento

Se state pensando di accedere ad un prestito che preveda la delega di pagamento è rilevante venire a conoscenza del fatto che questo finanziamento viene rilasciato tramite una convenzione che avviene tra istituto di credito e datore di lavoro.

Il prestito elargito va quindi restituito attraverso delle rate mensili dal lavoratore dipendente che svolge la sua mansione sia per amministrazioni pubbliche sia per privati, il prestito viene estinto attraverso delle trattenute di quote sulla retribuzione mensile presa dal dipendente. Queste trattenute sono versate al soggetto finanziante dal datore di lavoro, al quale preventivamente viene conferito il mandato irrevocabile da parte del lavoratore dipendente.

La domanda di finanziamento è a firma singola e al fine di avere efficacia, deve essere accettata obbligatoriamente dal datore di lavoro, la procedura non prevede di dover motivare la richiesta di finanziamento e neanche occorre presentare alcun giustificativo di spesa.

La rata che il cliente sceglie di pagare è fissa e risulta costante per tutta la durata del prestito in conseguenza di ciò non varia sulla base del variare dei tassi, visto che si tratta di un finanziamento che fissa rata e durata.

Concessione del finanziamento

Questa tipologia di finanziamento può essere concessa anche a coloro che in precedenza abbiano sviluppato problemi di credito relativi al circuito bancario, ad esempio attraverso pignoramenti o protesti in corso ed anche se vi sia presenza di altri impegni finanziari.

Tale finanziamento ha sempre una garanzia assicurativa contro il rischio morte o perdita del lavoro.

Il finanziamento è rivolto anche a clienti che abbiano da poco acceso una cessione del quinto e non hanno disponibilità di Trattamento di Fine Rapporto (tfr), in tale circostanza però l’assunzione minima deve essere di minimo 24 mesi per i dipendenti di società di capitali.

Lo Schema

La doppia cessione del quinto o delegazione di pagamento va seguendo il medesimo schema che si prevede per i prestiti che prevedono la cessione del quinto dello stipendio e, in conseguenza di ciò, è assoggettata alla stessa normativa di riferimento ovvero il D.p.R. n. 180/1950 specificatamente questa norma al Titolo V contiene i riferimenti specifici alla delegazione di pagamento.

La legge afferma e presuppone dei limiti precisi per ciò che riguarda il prestito con delegazione di pagamento. Viene fissato un limite alle trattenute, e si impone la sottoscrizione di una polizza assicurativa sul prestito che vada a tutelare il creditore e il debitore in caso di morte prematura del secondo o in caso di perdita del posto di lavoro o (ancora) nel caso si verifichino altre condizioni che impediscono il rimborso del prestito. La delegazione di pagamento inoltre è destinata come detto ai soli lavoratori dipendenti ciò significa che i pensionati non possono richiedere un prestito con delega.